Comunicato stampa: Per l’inclusione abitativa dei rom e sinti

Giovedì 19 e venerdì 20 marzo, in concomitanza della settimana europea contro il razzismo, si tiene a Torino, presso il Campus Einaudi, un convegno internazionale sul tema delle politiche per labitare dei rom in Italia.
Il convegno è stato organizzato da quattro ricercatori italiani membri del Network Europeo sui Romanì Studies grazie a un finanziamento del Consiglio dEuropa e ha ottenuto il Patrocinio di UNAR e del Comune di Torino. Una prima parte del convegno è dedicata alla presentazione di due casi internazionali, mentre nella seconda giornata ricercatori, amministratori e attivisti discutono alcuni dei casi italiani più scottanti: partiamo proprio dal caso di Torino, perchè lo sgombero dei rom di Lungo Stura Lazio mette in evidenza le drammatiche conseguenze che le scelte politiche fatte dalle amministrazioni possono avere sulle vite e i percorsi di inserimento sociale delle persone.

Il tema dell’abitare dei rom e dei sinti è un tema estremamente complesso.
Alcune amministrazioni locali si stanno impegnando nel superamento dei campi nomadi, rimasti per decenni il principale modello di intervento per l’abitare di rom e sinti, e perseguendo finalmente quell’obiettivo già individuato nella Strategia Nazionale di Inclusione e recentemente riaffermato dalla Commissione Diritti Umani del Senato. Tuttavia, questo modello di intervento non è stato ancora definitivamente abbandonato e, inoltre, molte città continuano a perpetrare la politica dello sgombero incondizionato e senza alternative, con gravissime conseguenze sulle condizioni di vita delle persone.

Attraverso questo convegno, gli organizzatori intendono creare uno spazio di confronto fra ricercatori e policy makers, guardando con attenzione e da diverse prospettive alle specificità di ciascun territorio e a tutte quelle dinamiche relazionali che influenzano le traiettorie abitative.
L’obiettivo del convegno è quello di stimolare l’elaborazione di nuovi strumenti e modalità di intervento, così da superare quella logica dell’emergenza che ha motivato la separazione e l’allontanamento dei rom dalle nostre città. In questa direzione, gli organizzatori dedicheranno una particolare attenzione alla situazione torinese di questi giorni, riflettendo sul tema ampiamente studiato delle conseguenze degli sgomberi senza alternative.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...